Lettera del Presidente


Pubblicato il 18/12/2021
Lettera del Presidente 

Arezzo,  dicembre 2021

Carissimi Socie e Soci,

Siamo nuovamente giunti alla fine di un altro anno; speravamo tutti di esserci lasciati tante difficoltà alle spalle, ma ancora dobbiamo fare i conti con una realtà che ci ha messo alla prova più a lungo di quanto potevamo immaginare e che rende impossibile anche questa volta farci gli auguri di persona in un momento di festa e socialità collettiva.

Nonostante tutto, il nostro Circolo ha mantenuto inalterati il suo spirito e la sua energia costruttiva. 

Le attività sportive e sociali, seppur con le dovute cautele, hanno continuato a riempire le nostre giornate, abbiamo trascorso una estate tutto sommato serena e abbiamo avuto la possibilità di riprendere a vivere il circolo come la nostra seconda casa, il luogo prezioso del tempo libero, dello svago, delle amicizie e dell’amore per lo sport, che per fortuna, si è dimostrato essere tra i più sicuri relativamente al contagio, anche grazie all’attenzione e allo scrupolo di tutti noi.

Ci siamo aggrappati proprio all’attività sportiva, al nostro benessere fisico e lo abbiamo ampiamente alimentato; quello che ancora ci manca forse è proprio l’attività sociale! La socialità appare tra i bisogni fondamentaliAbbiamo bisogno degli altri come del pane per vivereNon è soltanto un modo di dire. infatti, i nostri bisogni sociali, di comunanza e di scambio con gli altri essere umani accendono veramente la nostra vita.

Ed è proprio da questa riflessione che abbiamo canalizzato i nostri investimenti verso progetti, importanti ed ambiziosi, che potessero consentire una ripresa della nostra socialità.

Traguardi importanti, che assumono un valore ancora maggiore considerando il momento storico in cui abbiamo deciso di realizzarli e che esprimono quella volontà di guardare avanti con coraggio e fiducia che da sempre ci contraddistingue.

Attività sportiva e didattica istituzionale

Le attività didattiche del circolo continuano a dare soddisfazioni importanti. La pandemia ci sta restituendo una fame di sport importantissima. Durante l’estate i nostri Summer Camp si sono laureati definitivamente una certezza di qualità e serenità per le famiglie, che ci hanno premiato con una affluenza continua e importantissima. Le attività quest’anno si sono arricchite con il padel, che i bambini hanno potuto provare ad amare, come del resto tantissimi adulti.

A settembre la scuola tennis ha registrato un boom mai visto prima, con la nuova stagione iniziata infatti la scuola ha superato le 350 iscrizioni. Questo ci dice che le famiglie aretine vedono nel nostro circolo una voglia di divertirsi e tornare ad una normalità che gli ultimi due anni non abbiamo avuto. 

È nata inoltre la scuola di padel, prima scuola affiliata alla federazione della provincia di Arezzo e una delle cinque scuole della regione. Una iniziativa didattica che permette ai bambini di scegliere nella stessa struttura la disciplina che preferisce.

Oltre alla didattica di base però, il lato sportivo e competitivo del circolo rimane sempre di primo livello, il nostro marchio di fabbrica.  Sono ben 17 i giocatori di seconda categoria attualmente tesserati per noi, tra ragazzi e ragazze. Fra questi ragazzi una buona parte svolge attività full time, con allenamenti a tempo pieno, svolgendo attività internazionale a caccia di punti nel tennis professionistico. Alla nostra struttura, inoltre, negli ultimi anni si stanno avvicinando ragazzi che vengono da altre città che vedono in noi la giusta scelta per provare a fare il salto nel tennis che conta. 

Una scuola tennis, dunque, che “produce” ogni anno ragazzi che si affacciano a questa categoria, identifica un lavoro di base notevole, la sintesi del lavoro di tanti professionisti e degli investimenti della struttura. A fianco, infatti, dello Staff tecnico abbiamo costruito negli anni un gruppo di lavoro importante in ogni ambito, dal lato medico a quello fisioterapico, dal lato mentale a quello psicologico. 

Abbiamo messo a disposizione degli atleti un sistema di video analisi di primo livello (denominato “EyesOn”), sistema che può essere utilizzato anche da tutti i Soci per migliorare il proprio tennis. Tutti servizi che permettono di migliorare noi struttura e di conseguenza la nostra proposta didattica .

Abbiamo concluso una delle stagioni sportive più prolifiche degli ultimi anni, con successi a livello regionale e nazionale:

 

-Vittoria Campionato Italiano doppio Under 13;

-Campioni Toscani Under 18 maschile;

- Campioni Toscani Under 18 femminile;

-Campioni Toscani Under 14 maschile;

-Vittoria Titolo toscano doppio Under 14;

-Vittoria Titolo toscano doppio Under 11 singolo e doppio;

Le squadre, argomento molto sentito dal nostro Circolo tanto da schierare 21 squadre di tennis e entrare nel mondo del padel con 2 nuove squadre, hanno visto le due compagini principali brillare, con i ragazzi della serie B1 ancora una volta arrivati a conquistare i play off per la promozione i serie A2, poi solamente sfiorata, e le ragazze della serie C che hanno centrato una straordinaria promozione in serie B2 nazionale, categoria mai raggiunta dal circolo in ambito femminile nella propria storia.

La resilienza e il Piano degli investimenti

L'enorme costo della crisi COVID-19 - sulla salute, sul benessere economico e sulle attività quotidiane - ha comportato una diffusa rivalutazione del nostro modo di vivere. Per il lavoroper le imprese e per gli uomini, la preoccupazione essenziale durante questi ultimi mesi è stata quella di individuare le fonti di resilienza e comprendere come puntare su di esse per essere pronti al futuro.

Negli ultimi mesi, abbiamo imparato e rivalutato il valore del “tempo” pensando al futuro, alle nostre priorità.

Stiamo imparando a convivere con le “ondate”, ma il “nostro luogo sicuro” rimane il nostro Circolo, sia in estate, che in inverno.

Nell’incertezza complessiva, dove si faceva fatica a prendere impegni, noi abbiamo fatto progetti (il Piano di Sviluppo 2021-2025), progetti che devono fare stare bene i nostri Soci!

In una fase complicata come questa, siamo passati immediatamente dalla fase progettuale, alla fase realizzativa gestendo velocemente le dinamiche delle fonti di finanziamento, cogliendo le migliori opportunità sul mercato.

La prima realizzazione si è mossa in tema digitalizzazione concretizzando l’adozione di nuova tecnologia per le anagrafiche, controllo degli accessi, sicurezza e fruizione dei servizi.

Dal mese di maggio ci siamo “ripresi” la nostra vita e la nostra socialità ed in quel momento abbiamo inaugurato nuovi spazi, anche al coperto. Nell’ottica di dare un servizio ancora migliore alle nostre famiglie sia in estate, che in inverno, abbiamo sostituito il vecchio gazebo, fruibile pienamente solo in estate, con una soluzione di nuova concezione utilizzabile per implementare la nostra socialità in linea con le norme anti-contagio, dando spazio alle famiglie anche nei giorni di festa e nei week end, e ha permesso anche al nostro ristorante di servire al meglio i nostri Soci, realizzando una meravigliosa “pergola-bioclimatica” di nuova generazione, in grado di offrire un benessere costante al mutare delle condizioni atmosferiche, con il minimo dispendio energetico.

Contemporaneamente abbiamo realizzato un altro importante investimento, dopo una complessa e delicata fase autorizzativa per i “permessi a costruire” e per le conformità urbanistico-edilizie: il secondo campo da Padel con copertura, che ci sta consentendo di sviluppare coerentemente questo nuovo sport che tanto successo sta avendo, anche con una programmazione didattica propria. In particolare, PADEL BOX è una particolare copertura pressostatica studiata appositamente per il gioco del Padel, con un motore ad elevato risparmio energetico, molto silenzioso, che consente l’utilizzo di uno spazio coperto “polifunzionale” particolarmente sano e silenzioso. Come ricordato più avanti, questa splendida struttura è stata realizzata anche grazie ad un “atto di amore” della famiglia Fratini.

In questa prospettiva, abbiamo messo a disposizione il campo da Padel coperto alle migliori tariffe di mercato: il Circolo si accolla una parte dei costi  alla luce della esclusività che spero i Soci apprezzeranno.

Nel capo 8 e nel campo 2 padel abbiamo inserito, tra i primi in toscana, un ulteriore servizio per i Soci e per gli agonisti sistema di videoripresa professionale (Eyes On)che, oltre che riprendere la tua partita, ti permette di estrapolare tantissime informazioni sul gioco, tra cui la famosa funzione falco che chiama le palle fuori o che toccano grata e vetro.

Visione futura e nuove partnership

Siamo consapevoli che avere una visione chiara del nostro futuro rende più facile fare delle scelte e in generale migliora la qualità della vita. Abbiamo valutato attentamente quali possano essere le nostre linee di crescita, finalizzate ad uno sviluppo organico e sostenibile del nostro Circolo.

Nelle linee tracciate dal nostro Piano degli Investimenti, grande importanza riveste la graduale ristrutturazione dell’area del parco della piscina. In questo momento è in corso una complicata fase “diagnostica” per la necessaria manutenzione straordinaria della vasca, che ormai subisce il trascorrere del tempo in maniera importante. Nell’occasione stiamo valutando attentamente l’opportunità di un progressivo e significativo rinnovamento di alcune strutture per arrivare a rendere ancora più bello il nostro parco estivo.

S’inserisce nella nostra crescita “esterna” invece la partnership tra Tennis Giotto e Valtiberina Tennis per lo sviluppo del tennis e del padel. L’accordo prenderà il via a partire da lunedì 10 gennaio e vedrà il nostro circolo porre le proprie competenze tecniche e organizzative al servizio del movimento tennistico biturgense per favorirne il consolidamento e la crescita a tutti i livelli: dai bambini agli adulti. Questa sinergia è stata ricercata direttamente dal Valtiberina Tennis che ha individuato nel Tennis Giotto (miglior Top School della Toscana nel 2020) un modello di successo da esportare per vivere un definitivo salto di qualità. Riteniamo che lo scambio di esperienze e le collaborazioni tra circoli sono importanti per la crescita del nostro sport. Il Valtiberina Tennis è una realtà in ascesa e fa affidamento su un impianto all’avanguardia: hannoriconosciuto al nostro circolo le capacità tecniche, manageriali e gestionali per portare avanti l’ambizioso progetto di generale riorganizzazione dell’attività didattica orientato ad una crescita di tennis e padel a Sansepolcro e nell’intera vallata. 

La partnership prevede la gestione da parte del Tennis Giotto di tutta l’attività didattica e agonistica del Valtiberina Tennis, attraverso le professionalità del gruppo-maestri del circolo aretino. Il primo passaggio ha previsto la riorganizzazione e la ristrutturazione dello staff tecnico, con la direzione che è stata affidata al maestro nazionale Massimo Moschino che potrà fare affidamento sulla maestra nazionale Elora Dabija, sulla preparatrice atletica Veronica Forni e su Michela MetozziQuesto gruppo si occuperà della gestione di tutte le attività di tennis e di padel, partendo dai bambini del minitennis, passando dalla preparazione delle squadre del settore agonistico e arrivando fino alla didattica per adulti, generando utilità per entrambe le associazioni.

Con questo accordo inizia una nuova fase dove esportiamo le nostre competenze ed il nostro modello che è un punto di riferimento a livello nazionale per la didattica e per l’organizzazione.

In questa prospettiva s’inserisce il rapporto con lo Sporting Club di Arezzo: è un primo passo per l’utilizzo dei campi per alcuni gruppi della scuola tennis e di conseguenza alleggerire le nostre strutture, al fine di liberare spazio alla prenotazione dei nostri Soci.

Infine, mi preme ricordare che il 2022 sarà un anno importante in quanto ricorre il 40esimo anniversario della nascita del nostro circolo, fondato nel 1982 grazie ad un manipolo di “visionari” che avevano intuito la portata di una tale iniziativa: stiamo già organizzando una festa adeguata!

Il PalaOreste

Approfitto, ancora una volta, per ringraziare tutti i Soci, che, come la famiglia Fratini, partecipano al miglioramento del circolo con donazioni di beni o mettendo a disposizione le loro competenze e il loro tempo senza corrispettivo alcuno.

Abbiamo sempre sottolineato che il “Giotto è speciale”! Quest’anno ne abbiamo avuto un’ulteriore prova concreta con l’inaugurazione del PalaOreste. Se la famiglia Fratini (Leda, Osvaldo, Paolo e Laura) con la scomparsa del Socio Fondatore Oreste, sente il bisogno di fare un vero e proprio “atto di amore” verso il Circolo, significa che siamo veramente diversi! Se una famiglia delle nostre sente la necessità di far  che la sua memoria prosegua all’interno del “suo Giotto” con una donazione molto importante, vuol dire che abbiamo seminato molto bene, perché si può avere la più bella struttura del mondo, ma sono le persone che rendono eccezionale un luogo e le sue relazioni sociali. Al Giotto si realizza una calorosa unione di persone diverse che condividono il medesimo spirito di cordialità e voglia di evasione dal quotidiano, ma anche di conforto nei momenti di difficoltà: ne abbiamo vissuti diversi e siamo orgogliosi di essere stati di aiuto sempre e in questo momento in particolare con Oreste, che ha voluto che la sua “memoria proseguisse” attraverso questo atto di amore nei confronti del “suo Giotto”, un posto dove ha vissuto alcuni dei più bei momenti del suo tempo libero. 

Grazie ancora da parte di tutti Soci. 

Quota Sociale annuale

Il CT Giotto si pone ai vertici per attività sportiva e strutture, ma la quota associativa annuale è, per fortuna nostra, molto più contenuta dei circoli comparabili al nostro e ormai non adeguata al livello strutturale raggiunto dal Circolo.

Ci sono decine di persone in lista di attesa, che vorrebbero far parte della nostra famiglia, come mai ci sono stati!

Un controllo di gestione attento ed una politica finanziaria, in equilibrio con il capitale di debito, la credibilità e la nostra sostanziale affidabilità ci ha consentito di portare avanti investimenti incredibili e di gestire al meglio le fonti provenienti dai Soci facendo fronte con grande rapidità anche a situazioni di emergenza impreviste.

Negli ultimi esercizi una gran parte del flusso d’incasso della quota annuale ha rispettato i termini di scadenza, evitando di creare difficoltà nella gestione finanziaria, soprattutto in questi esercizi in cui la situazione sanitaria ha reso difficile l’utilizzo delle strutture del Circolo.

Quest’anno siamo ripartiti con un livello d’investimenti eccezionali di circa 300 mila euro, tenendo sempre presente la sostenibilità sia dal punto di vista economico, ma anche ambientale e sociale. Non ci fermeremo ed organicamente continueremo a sostenere il miglioramento costante delle nostre strutture, spinti dalla volontà della nostra base sociale che chiede sempre più servizi di qualità!

Lo sforzo realizzativo per il livello d’investimenti concretizzati e per quelli pianificati in ogni direzione è enorme: altresì siamo anche convinti dell’apprezzamento complessivo, anche in questo difficilissimo periodo, dove è molto faticoso mantenere una gestione economica in equilibrio.

D’altro canto, non possiamo basare il nostro futuro sviluppo su “atti di amore” che sono una bellissima prova di affetto, ma sicuramente “straordinaria”.

In questo contesto di sviluppo, con questi importanti investimenti realizzati e da affrontare nei prossimi eserciziè necessario che i Soci tutti contribuiscano allo sviluppo del proprio ambito, della propria struttura, senza il ricorso esclusivoal capitale di debito per gli investimenti programmati. 

In questa prospettiva, il CDA ha deliberato di fissare la quota 2022 in  

euro 1.100,00 (millecento/00).

Inoltre, il CDA ha deliberato anche che i Soci che provvederanno al saldo della quota ENTRO E NON OLTRE la data di scadenza fissata al 28 febbraio 2022, avranno diritto ad uno sconto di euro 100,00, cercando, come di consueto, così di favorire chi paga puntualmente. In conclusione:

per chi provvederà al saldo della quota annuale ENTRO E NON OLTRE il 28 febbraio, il corrispettivo ammonta ad € 1.000,00 (mille/00)
chi provvederà al saldo della quota annuale oltre il 28 febbraio dovrà corrispondere € 1.100,00(millecento/00).

Il pagamento può essere eseguito direttamente in Segreteria oppure con Bonifico Bancario - causale “Quota Sociale  2022 Socio …………”

(IBAN: BPER BANCA IT16D0538714103000042127653 – Banca Cambiano IT86Z0842514100000031226574).

Sono certo che i Soci percepiranno lo sforzo del Consiglio nel gestire le sempre maggiori complessità di questo tipo di strutture con le connesse responsabilità, continuando ad investire in maniera “sostenibile”.

Questo gesto “ordinario” quest’anno assume una doppia valenza: consentire al circolo di mantenere la liquidità corrente programmata per la gestione ordinariama anche quello di esprimere la volontà forte di miglioramento delle nostre strutture, anche in questo contesto di emergenza, confermando ai finanziatori la nostra solidità finanziaria.

Rammento che, come espresso nel Regolamento, l’utilizzo delle strutture del Circolo non è consentito ai Soci non in regola con il pagamento della quota sociale.

Infine, un ringraziamento particolare a tutti gli sponsor, che continuano a sostenerci

Il presidente
Luca Benvenuti

Condividi su:

News

Under12 e Under14 sul podio dei Campionati Italiani Giovanili

Pubblicato il 26/09/2022

Due squadre del Tennis Giotto sul podio dei Campionati Italiani Giovanili. L’impresa porta la firma...

Leggi Tutto

Under12 e Under14 alle final-eight dei Campionati Italiani Giovanili

Pubblicato il 19/09/2022

Il Tennis Giotto festeggia una doppia qualificazione per le finali dei Campionati Italiani Giovanili...

Leggi Tutto

Comunicazione importante: variazione costi campi

Pubblicato il 17/09/2022

Gentili Socie e Soci, Il pesante aumento delle utenze energetiche che come sapete sta mettendo in gravi...

Leggi Tutto

Calendario Eventi

Spiacente, Nessun risultato trovato